Oratorio di Santa Lucia

Oratorio dedicato a Santa Lucia

Un'opera di Gregorio Pagani, definito niente meno che “battistrada del barocco fiorentino”

Una visita di estremo interesse è quella alla Tenuta Corfecciano-Urbana, la quale, oltre a includere la visita alle cantine, risulta di particolare interesse per il bell’Oratorio che sormonta una collinetta fitta di cipressi ed affianca la villa, dove per la descrizione degli affreschi ci affidiamo allo storico dell’arte Antonio Paolucci.

“Il pregio dell’oratorio di Urbana… si affida alla decorazione pittorica interna, costituita da una serie di affreschi che occupano tutta la zona absidale e parte delle pareti del presbiterio. Sulla parete di fondo, tripartita da cornici centinate, gli affreschi raffigurano al centro la Vergine in trono fra San Nicola e un santo martire che sembra di potere identificare in San Miniato; ai lati San Bartolomeo e Santa Lucia. Sulle due pareti brevi del presbiterio, entro analoghe cornici a tutto sesto, compaiono le immagini contrapposte dei santi taumaturghi Rocco e Sebastiano. Dei dipinti colpisce a prima vista l’arcaizzante semplicità della composizione, scopertamente modulata sull’antica partitura a trittico. Il che, insieme alla presentazione iconica dei sacri personaggi, severamente dislocati nelle loro nicchie, forniti di tutti i loro attributi iconografici esibiti con puntigliosa diligenza, non manca di sorprendere trattandosi di opere che anche I’occhio meno esercitato non esiterebbe a collocare sullo scadere del XVI secolo. Eppure non si tratta, come verrebbe fatto di pensare, di un artista ritardatario, lontano dai centri di cultura, che continua a dipingere nello stile di 50 o di 80 anni prima santi taumaturghi miti e solenni per la devozione dei di contadini. O, perlomeno, se arcaismo si tratta, esso non dipende certo dalla disinformazione culturale o dal conservatorismo artigiano fondandosi, se mai, su motivazioni ideali assai sofisticate. Perché questi affreschi sono di un livello qualitativo lontano dalla mediocrità e, soprattutto, essi sono opera certa di Gregorio Pagani, un pittore così poco di retroguardia da essere definito niente meno che “battistrada del barocco fiorentino”.

Gallery

Contatti
Fattorie Parri
Via Vallone 4
50025 Montespertoli FI
+39 0571 674057
info@fattorieparri.it
Orari

Visitabile su prenotazione

Mappa
Nel cuore della Toscana
Meteo
COSA FARE A MONTESPERTOLI

SCOPRI ORA IL
CALENDARIO EVENTI

Condividi